Iniziativa popolare referendaria per la qualità dell'ambiente e la mobilità sostenibile a Milano.

Chi siamo

I promotori dei cinque referendum sono un gruppo trasversale di cittadini con esperienze diverse nella politica, nella cultura, nella scienza e nella ricerca, nell’ambiente e nel sociale, convinti che ci si debba impegnare in prima persona per trasformare Milano in un luogo più sano e vivibile. Un movimento civico che non crede che queste scelte possano essere delegate ai partiti. I promotori sono… i firmatari!
Guarda le ADESIONI

PERCHE’ I REFERENDUM
Per garantire ai suoi cittadini standard di salute e di vita adeguati ad una metropoli moderna, Milano ha bisogno di rivoluzionare i sistemi dei trasporti, dell’energia e del verde. Gli studi scientifici più recenti hanno accertato che se venissero adottate misure coraggiose necessarie per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo, guadagneremmo un anno e mezzo di vita a testa, eviteremmo 1.000 morti all’anno e ci ammaleremmo di meno. Soprattutto i bambini, gli anziani e le fasce più deboli e a più basso reddito ne avrebbero un beneficio immediato. Purtroppo la politica di Palazzo si dimostra incapace di assumere scelte coraggiose e lungimiranti. I referendum sono l’unico modo per ridare ai cittadini il diritto di scegliere il loro futuro.

LE TAPPE
Il 6 novembre 2010, dopo nemmeno quettro mesi di raccolta firme, abbiamo depositato all’ufficio elettorale di Milano oltre 125.000 firme per richiedere l’indizione dei referendum. Si tratta di oltre 25.000 firme per ognuno dei 5 quesiti, molto di più delle 15.000 richieste (l’1,5% degli iscritti alle liste elettorali, secondo il regolamento del Comune).
Le firme sono state controllate e certificate e i quesiti sono ora al vaglio del Collegio dei Garanti del Comune di Milano, che entro il 19 di febbraio dovrà pronunciarsi sull’ammissibilità dei referendum.
Il Sindaco, dopo il voto del Consiglio Comunale per derogare al Regolamento per la partecipazione che vieta accorpamenti tra le tornate elettorali, ha indetto il voto sui 5 referendum domenica 12 e lunedì 13 giugno, in concomitanza con i referendum nazionali su Acqua, Nucleare e Legittimo impedimento.

Se almeno il 30% degli elettori milanesi andrà a votare per i referendum di MilanoSìMuove ed il SI’ prevarrà, le richieste  assumeranno il valore di un preciso indirizzo agli organi comunali. Ma sarà soprattutto la mobilitazione civica di questi mesi che potrà dare il segnale forte per una svolta.

Un ringraziamento a Horace Kidman: agenzia di pubblicità per la creazione del Logo MilanoSìMuove

Un ringraziamento a TBWA Italia per l’ideazione della campagna di affissioni

Commenti non permessi