Iniziativa popolare referendaria per la qualità dell'ambiente e la mobilità sostenibile a Milano.

Dichiarazione di Edoardo Croci, già assessore alla mobilità e all’ambiente nella giunta Moratti e presidente del comitato promotore dei referendum Milanosimuove

A seguito dell’indegna messinscena di questa mattina con l’esposizione in via Donati di un manichino impiccato con le fattezze dell’assessore Maran, nel manifestare la mia solidarietà allo stesso, credo sia doveroso chiedere che le associazioni che rappresentano i taxisti si dissocino pubblicamente da chi ha commesso il fatto.
Purtroppo da parte di una minoranza, speriamo molto esigua, di taxisti si è ampliamente superato il livello della legittima difesa dei propri interessi nel contestare la concorrenza di Uber. Il clima di violenza e di intimidazione che si è creato, oltre che inammissibile, nuoce alla stessa categoria dei taxisti che, anzichè difendere rendite di posizione potrebbero giocare un ruolo attivo e propositivo in una città come Milano che negli ultimi anni sta puntando alla riduzione dell’uso dell’auto privata a favore del trasporto pubblico e della mobilità collettiva, anche grazie alla spinta esercitata dai cittadini con i referendum per l’ambiente approvati nel giugno 2011.

Commenti non permessi